PRATICHE DI CREAZIONE VOCALE E SONORAMalagola

Inizia MALAGOLA, la Scuola di vocalità diretta da Ermanna Montanari, co-fondatrice e direttrice artistica del Teatro delle Albe, con la vicedirezione di Enrico Pitozzi, studioso e docente dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Alla direzione organizzativa Silvia Pagliano. L’identità visiva della Scuola è firmata dall’artista Stefano Ricci e la cura della comunicazione è di Marco Sciotto.

Malagola è suono plurale, poiché plurale ne è l’origine, i sensi possibili, le parti a comporlo. Come edificio, Malagola è un palazzo esistente da trecento anni, in via di Roma a Ravenna, a pochi passi dal Teatro Rasi. Come 𝘭𝘶𝘰𝘨𝘰, invece, inizia da oggi il suo 𝘧𝘢𝘳𝘴𝘪. Corpo complesso e stratificato di cui la Scuola è il germe fondante: un 𝘭𝘶𝘰𝘨𝘰 e un palazzo come entità unica, interamente risuonante.

Malagola sorge, come embrione originario, da una duplice necessità. Ripensare insieme il percorso quarantennale di sperimentazione vocale di Ermanna e l’archivio d’arte del Teatro delle Albe, per reimmaginare, di quest’ultimo, idea e funzione: da semplice sedimento di orme di ciò che è stato a custode di forze a riposo fino alla loro riattivazione, di energie latenti in attesa di essere rimesse in campo, di direttrici capaci di riconfigurare percorsi di ricerca e di pratiche teatrali e artistiche in genere. Una custodia disseminata nei corpi stessi degli artisti, come archivi viventi di sapienze incarnate, da mettere e rimettere in gioco per farne esercizio, lascito e trasmissione.

Ed è questo doppio movimento di un corpo che si fa archivio e d’un archivio che si fa corpo, che ha condotto Ermanna Montanari, con al fianco Enrico Pitozzi, alla traccia seminale di un progetto plurale come Malagola.

Far sì che l’archivio, per naturale palingenesi, si faccia scuola. Se nella paradossale anatomia di questo corpo in formazione l’archivio è l’intreccio nascosto degli organi più interni, delle viscere dalle quali gli altri si generano e traggono nutrimento, la scuola ne è apparato fonatorio. Una Scuola di Vocalità nella quale le interrogazioni intorno alle potenzialità del suono e della voce sulla scena – che hanno segnato e continuano a segnare la ricerca di Montanari e delle Albe – possano moltiplicarsi e rinnovarsi costantemente in una comunità di allievi, studiosi e artisti nazionali e internazionali in perenne, reciproco contagio.

E a intrecciarsi a questi organi, a queste sezioni anatomiche in divenire, saranno anche i solchi tracciati nel passato dalle esperienze di tutti gli artisti che di questa perlustrazione nelle pieghe della vocalità hanno fatto il centro della propria prassi. Esperienze delle quali gli Archivi Sonori di Malagola si faranno collettori e connettori. Saranno gli spazi degli echi e delle apparizioni visibili di quei solchi, organi dell’udito, della vista e del tatto, che faranno da costante nutrimento di tutte le altre membra e tracceranno percorsi di ascolti e visioni per chiunque attraverserà il 𝘭𝘶𝘰𝘨𝘰 Malagola.

Laboratorio permanente aperto alla città e generatore di comunità, Malagola è organismo in crescita e in metamorfosi continua. Corpo di corpi che, nel suo farsi suono, sfuma i confini dell’umano per inoltrarsi nelle regioni di indiscernibilità con l’animale, il vegetale, fino al remoto accesso all’inorganico e al mondo tutto.

MALAGOLA Pratiche di creazione vocale e sonora
corso di alta formazione gratuito per 15 studenti
Ravenna | dal 18 ottobre 2021 al 14 aprile 2022
malagola@teatrodellealbe.com

page1image1140091248

I corsi avranno un calendario scandito da lezioni tra ottobre 2021 e aprile 2022, arricchite da alcuni appuntamenti aperti al pubblico.

MODULO 1 – Lineamenti di estetica della scena contemporanea: Enrico Pitozzi, Piersandra Di Matteo, Valentina Valentini, Caterina Piccione, Francesca Proia, Bonnie Marranca

MODULO 2 – Pratiche di creazione vocale: Ermanna Montanari, Mariangela Gualtieri, Meredith Monk con Katie Geissinger e Ellen Fisher, Chiara Guidi, Mirella Mastronardi con Diego Schiavo, Roberto Latini

MODULO 3 – Pratiche di creazione sonora: Luigi Ceccarelli, Francesco Giomi, Alvin Curran, Moni Ovadia, Daniele Roccato

MODULO 4 – Lineamenti di fisiologia della voce: Franco Fussi, Francesca Proia

MODULO 5 – Aspetti progettuali ed economici: Patrizia Cuoco e organizzazione Teatro delle Albe / Ravenna Teatro

Ermanna Montanari
𝗘𝗥𝗠𝗔𝗡𝗡𝗔 𝗠𝗢𝗡𝗧𝗔𝗡𝗔𝗥𝗜 – già alla direzione di Malagola – sarà anche tra gli artisti che cureranno le 𝙋𝙧𝙖𝙩𝙞𝙘𝙝𝙚 𝙙𝙞 𝙘𝙧𝙚𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙫𝙤𝙘𝙖𝙡𝙚, nell’ambito del corso di alta formazione 𝐌𝐀𝐋𝐀𝐆𝐎𝐋𝐀 · 𝐏𝐫𝐚𝐭𝐢𝐜𝐡𝐞 𝐝𝐢 𝐜𝐫𝐞𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐯𝐨𝐜𝐚𝐥𝐞 𝐞 𝐬𝐨𝐧𝐨𝐫𝐚.
Attrice, autrice e scenografa, è fondatrice del Teatro delle Albe (1983) insieme a Marco Martinelli, con il quale ne condivide la direzione artistica. Per il suo personale percorso di ricerca vocale all’interno della compagnia ha ricevuto riconoscimenti nazionali e internazionali tra i quali sette Premi Ubu, il Premio Lo Straniero ‘dedicato alla memoria di Carmelo Bene’ e il Premio Eleonora Duse. Nel 2011 ha firmato la direzione artistica del Festival Internazionale di Teatro di Santarcangelo e nel 2017 del festival ENTER. In relazione alla sua ricerca vocale sono stati pubblicati contributi in riviste e saggi nazionali e internazionali, nel 2012 è uscita la biografia artistica a cura di Laura Mariani 𝘌𝘳𝘮𝘢𝘯𝘯𝘢 𝘔𝘰𝘯𝘵𝘢𝘯𝘢𝘳𝘪. 𝘍𝘢𝘳𝘦-𝘥𝘪𝘴𝘧𝘢𝘳𝘦-𝘳𝘪𝘧𝘢𝘳𝘦 𝘯𝘦𝘭 𝘛𝘦𝘢𝘵𝘳𝘰 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘈𝘭𝘣𝘦 (Titivillus) e nel 2017 il volume a cura di Enrico Pitozzi 𝘈𝘤𝘶𝘴𝘮𝘢. 𝘍𝘪𝘨𝘶𝘳𝘢 𝘦 𝘷𝘰𝘤𝘦 𝘯𝘦𝘭 𝘵𝘦𝘢𝘵𝘳𝘰 𝘴𝘰𝘯𝘰𝘳𝘰 𝘥𝘪 𝘌𝘳𝘮𝘢𝘯𝘯𝘢 𝘔𝘰𝘯𝘵𝘢𝘯𝘢𝘳𝘪 (Quodlibet).
Enrico Pitozzi
𝗘𝗡𝗥𝗜𝗖𝗢 𝗣𝗜𝗧𝗢𝗭𝗭𝗜, oltre a essere vicedirettore di Malagola, sarà uno dei docenti coinvolti nel modulo su 𝙇𝙞𝙣𝙚𝙖𝙢𝙚𝙣𝙩𝙞 𝙙𝙞 𝙚𝙨𝙩𝙚𝙩𝙞𝙘𝙖 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙖 𝙨𝙘𝙚𝙣𝙖 𝙘𝙤𝙣𝙩𝙚𝙢𝙥𝙤𝙧𝙖𝙣𝙚𝙖 del corso di alta formazione 𝐌𝐀𝐋𝐀𝐆𝐎𝐋𝐀 · 𝐏𝐫𝐚𝐭𝐢𝐜𝐡𝐞 𝐝𝐢 𝐜𝐫𝐞𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐯𝐨𝐜𝐚𝐥𝐞 𝐞 𝐬𝐨𝐧𝐨𝐫𝐚, le cui iscrizioni scadranno il 31 Luglio.
Attualmente docente presso l’Università di Bologna, ha insegnato nelle università di Venezia (IUAV), Padova, Parigi, Montréal, Valencia e Francoforte. È membro del 𝘔𝘦𝘓𝘢 𝘳𝘦𝘴𝘦𝘢𝘳𝘤𝘩 𝘭𝘢𝘣 dell’Università Iuav di Venezia, del 𝘚𝘦𝘯𝘴𝘰𝘳𝘺 𝘚𝘵𝘶𝘥𝘪𝘦𝘴 della Concordia University (Canada) e del progetto 𝘔𝘪𝘹𝘦𝘥 𝘙𝘦𝘢𝘭𝘪𝘵𝘺 dell’Université Côte d’Azur de Nice (Francia). È membro del comitato scientifico della collana 𝘊𝘰𝘳𝘱𝘪 presso l’editore Quodlibet, delle riviste 𝘗𝘦𝘳𝘤𝘦́𝘦𝘴 – 𝘌𝘹𝘱𝘭𝘰𝘳𝘢𝘵𝘪𝘰𝘯𝘴 𝘦𝘯 𝘢𝘳𝘵𝘴 𝘷𝘪𝘷𝘢𝘯𝘵𝘴 (Canada), 𝘔𝘢𝘱 𝘋2 𝘑𝘰𝘶𝘳𝘯𝘢𝘭 – 𝘔𝘢𝘱 𝘢𝘯𝘥 𝘗𝘳𝘰𝘨𝘳𝘢𝘮 𝘰𝘧 𝘈𝘳𝘵𝘴 𝘪𝘯 𝘋𝘪𝘨𝘪𝘵𝘢𝘭 𝘋𝘢𝘯𝘤𝘦 𝘢𝘯𝘥 𝘗𝘦𝘳𝘧𝘰𝘳𝘮𝘢𝘯𝘤𝘦 e 𝘔𝘰𝘳𝘪𝘯𝘨𝘢 (Brasile). Ha animato il seminario interno alla 37° Biennale del Teatro di Venezia 2005 diretta da Romeo Castellucci. Ha partecipato nel maggio 2013 – in qualità di docente – al progetto 𝘉𝘪𝘦𝘯𝘯𝘢𝘭𝘦 𝘥𝘢𝘯𝘻𝘢 𝘊𝘰𝘭𝘭𝘦𝘨𝘦 della Biennale di Venezia, Settore Danza, diretto da Virgilio Sieni, con il quale collabora anche per la Biennale Danza 2014. Ha diretto, con la coreografa Simona Bertozzi, il progetto di formazione 𝘝𝘰𝘭𝘤𝘢𝘯𝘰 presso l’Arboreto – Teatro Dimora di Mondaino. Tra le pubblicazioni recenti ricordiamo 𝘔𝘢𝘨𝘯𝘦𝘵𝘪𝘤𝘢. 𝘓𝘢 𝘤𝘰𝘮𝘱𝘰𝘴𝘪𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘤𝘰𝘳𝘦𝘰𝘨𝘳𝘢𝘧𝘪𝘤𝘢 𝘥𝘪 𝘊𝘪𝘯𝘥𝘺 𝘝𝘢𝘯 𝘈𝘤𝘬𝘦𝘳 (Quodlibet, 2015), 𝘉𝘰𝘥𝘺𝘴𝘰𝘶𝘯𝘥𝘴𝘤𝘢𝘱𝘦. 𝘗𝘦𝘳𝘤𝘦𝘱𝘵𝘪𝘰𝘯, 𝘮𝘰𝘷𝘦𝘮𝘦𝘯𝘵 𝘢𝘯𝘥 𝘢𝘶𝘥𝘪𝘰𝘷𝘪𝘴𝘶𝘢𝘭 𝘥𝘦𝘷𝘦𝘭𝘰𝘱𝘮𝘦𝘯𝘵𝘴 𝘪𝘯 𝘤𝘰𝘯𝘵𝘦𝘮𝘱𝘰𝘳𝘢𝘳𝘺 𝘥𝘢𝘯𝘤𝘦 (Yael Kaduri), 𝘛𝘩𝘦 𝘖𝘹𝘧𝘰𝘳𝘥 𝘏𝘢𝘯𝘥𝘣𝘰𝘰𝘬 𝘰𝘧 𝘚𝘰𝘶𝘯𝘥 𝘢𝘯𝘥 𝘐𝘮𝘢𝘨𝘦 𝘪𝘯 𝘞𝘦𝘴𝘵𝘦𝘳𝘯 𝘈𝘳𝘵 (Oxford University Press, 2016), 𝘈𝘤𝘶𝘴𝘮𝘢. 𝘍𝘪𝘨𝘶𝘳𝘢 𝘦 𝘷𝘰𝘤𝘦 𝘯𝘦𝘭 𝘵𝘦𝘢𝘵𝘳𝘰 𝘴𝘰𝘯𝘰𝘳𝘰 𝘥𝘪 𝘌𝘳𝘮𝘢𝘯𝘯𝘢 𝘔𝘰𝘯𝘵𝘢𝘯𝘢𝘳𝘪 (Quodlibet, 2017). Il numero monografico 𝘛𝘦𝘢𝘵𝘳𝘪 𝘥𝘦𝘭 𝘴𝘶𝘰𝘯𝘰 della rivista 𝘊𝘶𝘭𝘵𝘶𝘳𝘦 𝘛𝘦𝘢𝘵𝘳𝘢𝘭𝘪 (N.27, 2018), con Isabelle Choinière e Andrea Davidson, 𝘛𝘩𝘳𝘰𝘶𝘨𝘩 𝘵𝘩𝘦 𝘗𝘳𝘪𝘴𝘮 𝘰𝘧 𝘵𝘩𝘦 𝘚𝘦𝘯𝘴𝘦𝘴. 𝘔𝘦𝘥𝘪𝘢𝘵𝘪𝘰𝘯 𝘢𝘯𝘥 𝘕𝘦𝘸 𝘙𝘦𝘢𝘭𝘪𝘵𝘪𝘦𝘴 𝘰𝘧 𝘵𝘩𝘦 𝘉𝘰𝘥𝘺 𝘪𝘯 𝘊𝘰𝘯𝘵𝘦𝘮𝘱𝘰𝘳𝘢𝘳𝘺 𝘗𝘦𝘳𝘧𝘰𝘳𝘮𝘢𝘯𝘤𝘦. 𝘛𝘦𝘤𝘩𝘯𝘰𝘭𝘰𝘨𝘺, 𝘊𝘰𝘨𝘯𝘪𝘵𝘪𝘰𝘯 𝘢𝘯𝘥 𝘌𝘮𝘦𝘳𝘨𝘦𝘯𝘵 𝘙𝘦𝘴𝘦𝘢𝘳𝘤𝘩-𝘊𝘳𝘦𝘢𝘵𝘪𝘰𝘯 𝘔𝘦𝘵𝘩𝘰𝘥𝘰𝘭𝘰𝘨𝘪𝘦𝘴 (Intellect Books, 2019) e, con Ermanna Montanari, 𝘊𝘦𝘭𝘭𝘶𝘭𝘢. 𝘈𝘯𝘢𝘵𝘰𝘮𝘪𝘢 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘰 𝘴𝘱𝘢𝘻𝘪𝘰 𝘴𝘤𝘦𝘯𝘪𝘤𝘰 (Quodlibet, 2021).

Op. Rif. PA 2020-15422/RER approvata con DGR 401/2021 del 29/03/2021 e co-finanziata dal FSE PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna