I fondamenti del teatro 2016/2017

In quanti modi si può scrivere per il teatro? Come un testo diventa carne e vita in scena grazie agli attori, che rendono azione, pensiero, visione, sentimenti le immaginazioni degli autori? Che rapporto abbiamo oggi con i messaggi nella bottiglia lasciati dai cosiddetti “classici”, lettere nere su fogli bianchi, antenati, fantasmi, che devono tornare a palpitare di un’esistenza più vera di quella reale? Che cosa fa il regista: deve rispettare, interpretare, mettere in scena, mettere in vita un testo? Come si inventano gli spazi della condivisione teatrale e come il teatro muta gli spazi che adopera?
Quattro incontri, per attraversare i fondamenti del teatro, il testo, l’attore, i classici, la regia, lo spazio scenico. Saranno condotti da Massimo Marino, con l’intervento di altri critici e studiosi, con il confronto con attori e registi. Quattro momenti, da gennaio ad aprile, aperti a tutti gli spettatori di Ravenna, per entrare nella bottega meravigliosa della creazione teatrale.

Gli incontri si terranno al teatro Rasi alle ore 20, l’ultimo invece a Bagnacavallo alle ore 21 nella sede de La bottega dello sguardo, lo spazio scenico ideato e curato da Renata Molinari.
La partecipazione è gratuita.

CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI

martedì 31 gennaio ore 20 teatro Rasi
L’attore con gli attori delle Teatro delle Albe

lunedì 27 febbraio ore 20 teatro Rasi
Rivivere i classici con il drammaturgo e regista Marco Martinelli

martedì 28 marzo ore 20 teatro Rasi
La regia con il critico Andrea Porcheddu

venerdì 21 aprile ore 21 La bottega dello sguardo, Bagnacavallo
Lo spazio scenico con la studiosa Renata Molinari