dal 15 gennaio
al 16 gennaio 2019

ore 10.00
dai 5 anni / 55 minuti / teatro d’attore

Accademia Perduta / Romagna Teatri

SOGNO da Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare

Magie d’amore
Fitto di personaggi, Sogno di una notte di mezza estate è un testo teatrale che offre giocosità e intrecci amorosi. Ciò che lo spettacolo trae dall’originale shakespeariano sono l’ambientazione immersa nella natura e i rapporti tra le figure che vi abitano, a partire da Oberon e Titania, il re e la regina delle fate. I due formano una coppia litigiosa che porta scompiglio nella vita pacifica del bosco. I loro fedeli servitori, Puck e Fiordipisello, vivono al seguito dei due sovrani l’incanto della scoperta dell’amore, ma vengono coinvolti, loro malgrado, nelle liti. Grazie al potere magico di un fiore fatato, la pace sta per essere ristabilita, quando l’improvviso sopraggiungere nel bosco di due coppie di esseri umani (Elena e Demetrio, Ermia e Lisandro) distrae gli esseri magici dalle loro faccende. Dopo qualche “errore” di Puck, che complica la vicenda, l’amore tornerà a trionfare nel cuore di tutti e l’armonia a regnare nel bosco.

Un sogno in maschera
Occasione per far conoscere anche ai più piccoli un classico del teatro mondiale, Sogno suggerisce la possibilità di esporre ai ragazzi come gli affetti umani siano spesso cangianti e intrisi di umori impalpabili. La commedia di Shakespeare, facendo leva sul potere dell’immaginazione, suggerisce che siamo noi, e noi soltanto, a poter scegliere cosa sia reale e cosa non lo sia, nell’atto di creare la nostra identità di fronte al mondo. Scambiandosi le parti, gli attori in scena restituiscono l’opera attraverso una visione leggera, poetica, mettendo in evidenza soprattutto gli aspetti magici della commedia shakespeariana e la contraddittorietà delle situazioni ed emozioni vissute dai protagonisti.

con Daniele Aureli, Enrico De Meo, Greta Oldoni, Valentina Renzulli drammaturgia D. Aureli, E. De Meo, G. Oldoni, V. Renzulli, B. Ripoli luci Pino Bernabei, Luigi Proietti
  • biglietti

    Ingresso spettacoli 5 €
    Insegnanti e accompagnatori ingresso gratuito
    pullman 4 €

    Prenotazioni
    Le prenotazioni si possono effettuare durante tutto l’anno scolastico esclusivamente per via telefonica nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì dalle 9.30 alle 12.00: dal 25 settembre al 31 ottobre al numero 0544 30227 e dal 2 novembre al numero 0544 32149 (Sara Maioli). La prenotazione telefonica va necessariamente confermata entro tre giorni inviando il modulo compilato all’indirizzo ragazziateatro@ravennateatro.com
    I biglietti si ritirano e si pagano il giorno stesso dello spettacolo. Le eventuali disdette vanno comunicate telefonicamente e confermate via mail entro 30 giorni prima della data dello spettacolo prenotato.
    La disdetta non comunicata entro i tempi comporta il pagamento di una penale pari a 3 € per ogni prenotato.

    Pullman
    Ravenna Teatro offre la possibilità di raggiungere il teatro in pullman. Il servizio va richiesto al momento della prenotazione degli spettacoli e costa 4 € a testa. Il pullman partirà dalle scuole di Ravenna città alle ore 9.30, e da quelle del forese alle 9.10. I bambini delle scuole dell’infanzia saranno accompagnati all’ingresso del Rasi, i più grandi giungeranno al teatro dalla fermata di viale Farini di fronte al Liceo Classico “Dante Alighieri”.
    Si invitano i docenti a utilizzare i mezzi pubblici; le fermate prossime al teatro Rasi sono delle linee: 1, 3, 4, 5, 8, 18, 70, 80.