dal 1 marzo
al 2 marzo 2018

ore 10

Elsinor Teatro Stabile d’Innovazione

NEVERLAND, L’ISOLA CHE NON C’È

“E ora, cercate di sognare, solo chi sogna può volare!”
Peter Pan, Wendy, Capitan Uncino, Trilly, Giglio Tigrato, i pirati, le sirene e il solito coccodrillo che, insieme con la mano di Capitan Uncino, ha divorato una sveglia.
Un viaggio in flash back, a ritroso nei ricordi, nelle avventure e nei personaggi di una delle storie per bambini e ragazzi più note al mondo, a buon diritto entrata nel cosiddetto immaginario collettivo. Il viaggio di Peter e Wendy che ritroviamo fatalmente adulti, due figure incurvate dal tempo, colti di quando in quando come da un ricordo, da qualcosa di non definito che trasforma magicamente ai loro occhi gli oggetti di uso più comune.
Passo dopo passo, avventura dopo avventura, tra mare e voli nei cieli stellati, permetterà ai due protagonisti di ritornare nel fantastico paese che somiglia molto a un sogno, e i sogni, si sa, sono misteriosi, come misteriosa è Neverland, l’isola che non c’è. Le nuvole, le fate, il mare e le sirene sono suggestioni nate da giochi di luce o semplici elementi che, sotto lo sguardo fantasioso dei protagonisti, sanno realmente trasformarsi in posti meravigliosi e creature magiche.
L’uso di oggetti poveri come un bastone da passeggio e un ombrello, due sedie, una panca e un tavolo ci ricordano costantemente che il tutto non è che un gioco che si svolge tra le mura domestiche.
Tuttavia è altrettanto facile per lo spettatore cadere nelle illusioni e riconoscere i luoghi iconici dell’isola di Peter Pan: un cellophane si dispiega ondeggiando e il pubblico riconosce il mare, la donna incrocia i piedi e tutti vedono una sirena, tre carte le incoronano il capo ed ecco sbalza la figura di Giglio Tigrato.
Uno spettacolo di poetico impatto visivo, in cui parlano solo le immagini, il gesto, la musica, il corpo e la danza.

  • biglietti

    Ragazzi a teatro· Ingresso spettacoli € 4,50.

    Trasporto € 3,50

    Insegnanti e accompagnatori ingresso gratuito.

    Pagamento il giorno stesso dello spettacolo presso la biglietteria.

    Pagamento tramite bonifico bancario: una settimana di anticipo rispetto alla data dello spettacolo e non verranno rimborsati i soldi di eventuali bambini assenti.

    Prenotazioni martedì, mercoledì, giovedì dalle 9,30 alle 12; 

    da martedì 26 settembre a martedì 31 ottobre 2017 al numero 0544 30227,

    da novembre, fino al termine della rassegna telefonare al numero 0544 32149 (stessi giorni e orari, se c’è spettacolo, sarete richiamati).

    Dopo la prenotazione telefonica avete  tre giorni di tempo per confermarla, inviando questo modulo via e mail a ragazziateatro@ravennateatro.com

    Le disdette dovranno essere comunicate telefonicamente e successivamente via mail entro e non oltre i 30 giorni precedenti la data dello spettacolo prenotato. In caso contrario si dovrà versare una penale di € 3 per ogni prenotato pagante, presso gli uffici di Ravenna Teatro (via di Roma 39, Ravenna).

    Il pullman giunge presso le scuole di Ravenna circa 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo e 45 minuti presso le scuole del forese; si consiglia l’utilizzo dei mezzi pubblici per le scuole della città.

    I pullman che trasportano i bambini delle scuole dell’infanzia fanno scalo in via di Roma davanti al Teatro Rasi, gli altri presso viale Farini, di fronte al Liceo Classico.

    Luoghi di spettacolo

    Teatro Rasi via di Roma 39, Ravenna
    VulKano, via Cella 261 San Bartolo (Ra)
    Informazioni Ravenna Teatro, Sara Maioli, Teatro Rasi via di Roma 39 Ravenna, tel. 0544 36239, ragazziateatro@ravennateatro.com