dal 30 gennaio
al 31 gennaio 2018

ore 10

Accademia Perduta Romagna Teatri

IL GATTO CON GLI STIVALI

Il profumo del pane appena sfornato lo avete mai sentito? Il pane ancora caldo lo avete mai assaggiato?
Tutto ha inizio in un mulino: un mugnaio, ormai vecchio, decide di lasciare mulino ed asino ai due figli maggiori, ed al più piccolo, non avendo altro, lascia il gatto che si rivelerà subito un gatto molto speciale perché capisce, parla e ragiona.
Eccome se ragiona! Chiede subito al suo padroncino un sacco di farina vuoto, beh, al mulino ce ne sono tanti, ed un paio di stivali.
Il giovane mugnaio decide di fidarsi del gatto e si ritroverà, senza quasi accorgersene, proprietario di un castello e sposo di una principessa!
Su una pedana inclinata, che all’inizio è un mulino con pale a vento, poi castello, campi coltivati, giardini fioriti, si aprono piccole botole che svelano uno stagno su cui passeggia un fenicottero, tane ed altre trappole da cui il Gatto pesca pesci, cattura conigli e fagiani da portare in dono al Re da parte del suo ignaro padroncino. La storia si sviluppa così, un po’ narrata dai due attori, un po’ agita, dando vita ai vari personaggi.
Questa fiaba classica, nata nel 1500 e riproposta in diverse versioni anche di Perrault e dei Fratelli Grimm, è giunta fino a noi senza mai sbiadire il proprio forte ascendente sull’immaginario dei bambini di tutto il mondo. Si tratta infatti non solamente di un racconto picaresco in cui un giovane sfortunato la spunta sui ricchi e i potenti, ma di una vicenda che suggerisce come la parte animale e istintiva che alberga in ognuno di noi, abbia il potere di stupire, di
emergere nei momenti di difficoltà e infine di cambiare il corso della vita.
In questo spettacolo di teatro di figura, magico e divertente in cui gli oggetti costruiti appositamente, sono co-protagonisti assieme agli attori-narratori che narrano la propria storia, interpretando un testo in cui si rincorrono poesia e stupore.

  • biglietti

    Ragazzi a teatro· Ingresso spettacoli € 4,50.

    Trasporto € 3,50

    Insegnanti e accompagnatori ingresso gratuito.

    Pagamento il giorno stesso dello spettacolo presso la biglietteria.

    Pagamento tramite bonifico bancario: una settimana di anticipo rispetto alla data dello spettacolo e non verranno rimborsati i soldi di eventuali bambini assenti.

    Prenotazioni martedì, mercoledì, giovedì dalle 9,30 alle 12; 

    da martedì 26 settembre a martedì 31 ottobre 2017 al numero 0544 30227,

    da novembre, fino al termine della rassegna telefonare al numero 0544 32149 (stessi giorni e orari, se c’è spettacolo, sarete richiamati).

    Dopo la prenotazione telefonica avete  tre giorni di tempo per confermarla, inviando questo modulo via e mail a ragazziateatro@ravennateatro.com

    Le disdette dovranno essere comunicate telefonicamente e successivamente via mail entro e non oltre i 30 giorni precedenti la data dello spettacolo prenotato. In caso contrario si dovrà versare una penale di € 3 per ogni prenotato pagante, presso gli uffici di Ravenna Teatro (via di Roma 39, Ravenna).

    Il pullman giunge presso le scuole di Ravenna circa 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo e 45 minuti presso le scuole del forese; si consiglia l’utilizzo dei mezzi pubblici per le scuole della città.

    I pullman che trasportano i bambini delle scuole dell’infanzia fanno scalo in via di Roma davanti al Teatro Rasi, gli altri presso viale Farini, di fronte al Liceo Classico.

    Luoghi di spettacolo

    Teatro Rasi via di Roma 39, Ravenna
    VulKano, via Cella 261 San Bartolo (Ra)
    Informazioni Ravenna Teatro, Sara Maioli, Teatro Rasi via di Roma 39 Ravenna, tel. 0544 36239, ragazziateatro@ravennateatro.com