dal 15 aprile
al 16 aprile 2019

ore 10.00
2 - 5 anni / 40 minuti / teatro corporeo, con oggetti e figure

La Baracca

I colori dell’acqua Roberto Frabetti

Lo spettacolo della luce con la pioggia
I colori sono un fenomeno importante, soprattutto per i piccolissimi. E dunque, cosa di più magico dell’arcobaleno – la più affascinante manifestazione dei colori – per conoscere l’origine di questi elementi che riempiono la nostra visione? È questo uno spettacolo che parla del rapporto tra pioggia, cielo e aria. Che racconta di vasche, fontane, frutti e foglie, e di due giovani cercatrici d’acqua. Le due fanciulle vogliono rivivere le emozioni di un tempo, quando erano ancora bambine. Danzando nel giardino nascosto vogliono giocare a stupirsi con il giallo del grano, il rosso dei pomodori, il viola dei fiori. Grazie al loro movimento, alberi, piante e frutti spolverano allora nell’aria i loro colori, fino a raggiungere l’apice della bellezza, ovvero quell’incontro magico tra la luce e la pioggia che crea l’arcobaleno.

Emozioni in movimento
È uno degli spettacoli che ha portato la compagnia La Baracca/Testoni ragazzi in giro per il mondo a far conoscere la propria ricerca teatrale dedicata alla prima infanzia. Lo storico lavoro torna ora in scena con una nuova regia, un nuovo cast e un nuovo allestimento. Ma, questa volta, i colori e le emozioni da essi suscitate sono collegati all’acqua che, mossa dalla danza delle due interpreti, assume toni cangianti. Un gioco di colori per conoscere tutte le sfumature del mondo con un’unità stilistica fatta di luci, suoni e coreografie, e con poche parole. Anche la scenografia è essenziale: un giardino con alberi stilizzati che, a poco a poco, si caricano di sacchetti di liquido colorato e di oggetti che simboleggiano diverse tinte – un’arancia, l’insalata, l’azzurro di un volo di piume, il rosso di un cuore-pomodoro. I costumi bianchi e i movimenti fluidi accolgono i giochi di luce e si fanno… “di arcobaleno”.

regia di Andrea Buzzetti collaborazione alla regia di Valeria Frabetti con Giada Ciccolini e Sara Lanzi luci di Andrea Buzzetti Giada Ciccolini
  • biglietti

    Ingresso spettacoli 5 €
    Insegnanti e accompagnatori ingresso gratuito
    pullman 4 €

    Prenotazioni
    Le prenotazioni si possono effettuare durante tutto l’anno scolastico esclusivamente per via telefonica nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì dalle 9.30 alle 12.00: dal 25 settembre al 31 ottobre al numero 0544 30227 e dal 2 novembre al numero 0544 32149 (Sara Maioli). La prenotazione telefonica va necessariamente confermata entro tre giorni inviando il modulo compilato all’indirizzo ragazziateatro@ravennateatro.com
    I biglietti si ritirano e si pagano il giorno stesso dello spettacolo. Le eventuali disdette vanno comunicate telefonicamente e confermate via mail entro 30 giorni prima della data dello spettacolo prenotato.
    La disdetta non comunicata entro i tempi comporta il pagamento di una penale pari a 3 € per ogni prenotato.

    Pullman
    Ravenna Teatro offre la possibilità di raggiungere il teatro in pullman. Il servizio va richiesto al momento della prenotazione degli spettacoli e costa 4 € a testa. Il pullman partirà dalle scuole di Ravenna città alle ore 9.30, e da quelle del forese alle 9.10. I bambini delle scuole dell’infanzia saranno accompagnati all’ingresso del Rasi, i più grandi giungeranno al teatro dalla fermata di viale Farini di fronte al Liceo Classico “Dante Alighieri”.
    Si invitano i docenti a utilizzare i mezzi pubblici; le fermate prossime al teatro Rasi sono delle linee: 1, 3, 4, 5, 8, 18, 70, 80.