dal 3 novembre
al 7 novembre 2017

dalle ore 10 alle ore 13

Drammatico Vegetale

CHE SÌ CHE NO

Un colore che sporca una carta, una mano che fruga nella sabbia, un pezzo di legno che cade per terra e poche semplici parole. I si e i no attorno ai quali ruota l’eterno presente dell’infanzia: questo è bello questo è brutto, mi piace non mi piace, lo voglio non lo voglio.
Il bambino guarda, ascolta, tocca tutto quello che ha attorno a sé e, facendo delle semplici scelte, scopre e interpreta il mondo; intanto cresce.
Da un apparente banale “sì-no” costruisce, passo dopo passo, un mondo complesso di relazioni con le persone e le cose.
Di questo parla Che sì che no, cercando la sostanza o l’essenza delle cose, trascurando gli orpelli che rischiano di sommergere il bambino e trasformarlo da soggetto attivo della società in oggetto di consumo.
Lo spettacolo racchiude il tema della scelta e della crescita attraverso di essa, nella poesia e nella semplicità di acqua, sabbia, giochi di luce e coriandoli colorati.
Lo spettacolo ha le musiche originali di Koro Izutegui, compositrice basca.
Che sì che no ha partecipato a numerosi festival in Spagna, Polonia, Francia, Canada, Sudamerica e Italia, riscuotendo grande successo.

“… quaranta minuti di pura poesia, arte… due figure, un uomo e una donna, lei con una
veste nera lui con abiti bianchi mescolano marionette, piccoli pupazzi, leggeri movimenti,
poche parole, giochi d’ombre e di luci, musiche e suoni in una realtà difficilmente ascrivibile
in un’unica categoria performativa… L’idea, ben riuscita, è quella di una forte suggestione
attraverso l’uso di elementi comuni (plastica, carta, acqua, sabbia) che pendono le forme più
bizzarre, lasciando spazio a humor e poesia.” Paolo Crivellaro – eco risveglio

  • biglietti

    Ragazzi a teatro· Ingresso spettacoli € 4,50.

    Trasporto € 3,50

    Insegnanti e accompagnatori ingresso gratuito.

    Pagamento il giorno stesso dello spettacolo presso la biglietteria.

    Pagamento tramite bonifico bancario: una settimana di anticipo rispetto alla data dello spettacolo e non verranno rimborsati i soldi di eventuali bambini assenti.

    Prenotazioni martedì, mercoledì, giovedì dalle 9,30 alle 12; 

    da martedì 26 settembre a martedì 31 ottobre 2017 al numero 0544 30227,

    da novembre, fino al termine della rassegna telefonare al numero 0544 32149 (stessi giorni e orari, se c’è spettacolo, sarete richiamati).

    Dopo la prenotazione telefonica avete  tre giorni di tempo per confermarla, inviando questo modulo via e mail a ragazziateatro@ravennateatro.com

    Le disdette dovranno essere comunicate telefonicamente e successivamente via mail entro e non oltre i 30 giorni precedenti la data dello spettacolo prenotato. In caso contrario si dovrà versare una penale di € 3 per ogni prenotato pagante, presso gli uffici di Ravenna Teatro (via di Roma 39, Ravenna).

    Il pullman giunge presso le scuole di Ravenna circa 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo e 45 minuti presso le scuole del forese; si consiglia l’utilizzo dei mezzi pubblici per le scuole della città.

    I pullman che trasportano i bambini delle scuole dell’infanzia fanno scalo in via di Roma davanti al Teatro Rasi, gli altri presso viale Farini, di fronte al Liceo Classico.

    Luoghi di spettacolo

    Teatro Rasi via di Roma 39, Ravenna
    VulKano, via Cella 261 San Bartolo (Ra)
    Informazioni Ravenna Teatro, Sara Maioli, Teatro Rasi via di Roma 39 Ravenna, tel. 0544 36239, ragazziateatro@ravennateatro.com