Parlamenti di aprile 2013

Parlamenti di aprile 2013. A cura di Marco Martinelli e Ermanna Montanari

 

Fondersi e confondersi

«Abbiamo convocato a questi Parlamenti di aprile un bel gruppo di amici. Studiosi di teatro, critici, filosofi, musicisti, poeti. Per provare insieme con loro a “parlarci”, appunto, attorno a quattro nodi di pensiero che hanno tenuto insieme il pellegrinaggio teatrale delle Albe negli ultimi 30 anni: l’attore, la drammaturgia, l’alchimia dei linguaggi scenici, la non-scuola. Questi sono i puntelli che, anche nei momenti più difficili e oscuri, hanno vivificato il cammino. Senza l’irriducibilità della creatura al centro della scena, non si può andare avanti; senza l’inerpicarsi delle parole e il loro farsi “carne” sulla scena, non si può andare avanti; senza quel fondersi e confondersi dei diversi alfabeti (spaziale, sonoro, visivo), mai subordinati nell’intreccio con la drammaturgia e l’attore, non si può andare avanti; e infine senza l’apertura al mondo (qui presa a simbolo della non-scuola), non si può andare avanti. Non un convegno, ma un trovarsi a scambiare pensieri e suggestioni con altri “marchiati” dal teatro che, da pochi o tanti anni, hanno intrecciato il loro andare con il nostro. Persone “importanti” per le Albe (e non siamo riusciti a chiamare tutti quelli che avremmo voluto): che hanno un peso».
Marco Martinelli e Ermanna Montanari, Ravenna, 21 marzo 2013

Ingresso libero

 

Cartografia per l’ascolto dei Parlamenti di aprile
(registrazione degli incontri, con sinossi di Cristina Ventrucci)
Figure, a cura di Osservatorio fotografico
(condotto da Cesare Fabbri e Silvia Loddo)