from April 8th
to April 9th 2017

sabato 8 aprile dalle 15 alle 19
domenica 9 aprile dalle 11 alle 12.30 e dalle 15 alle 19

Gli irregolari

Festa di doppiozero

Un invito a festeggiare insieme il sesto anno di vita del sito, del blog, della casa editrice di ebook, della comunità degli scriventi e dei lettori che fa capo a doppiozero. Non è stato difficile pensare che, più che un festival, doveva essere una festa, qualcosa che è prima di tutto un modo per ritrovarci, per conoscerci, per riconoscerci e scoprirci, o riscoprirci. Tra scrittori e lettori, tra collaboratori e redattori, tra amici. Una festa si fa per questo. E allora quale modo migliore che dedicare il nostro incontro agli irregolari? A coloro che ci piacerebbe conoscere e ascoltare. Ma chi sono gli irregolari? Sono semplicemente quelli che fuoriescono dalle regole, che non rispettano la regolarità, che eccedono il senso comune che ci vuole allineati e conformi gli uni agli altri. Identici, uguali, equivalenti. Sono persone, prima di tutto, e anche particolari; ed è bene ascoltarli, osservarli, tenere in conto le cose che fanno, perché prima di tutto sono loro i veri detentori delle regole che tutti dicono di rispettare. Loro sono la sponda cui possiamo appoggiarci. Senza gli irregolari il mondo sarebbe molto più povero e grigio. Gli irregolari sono colorati, anche quando sono neri o bianchi. Abbiamo pensato a loro perché sono un punto di riferimento, un punto che fugge, sfugge, scappa. Gli irregolari sono di regola inafferrabili, perché non è facile chiuderli in una definizione, neppure al negativo, poiché esorbitano da tutte le nostre chiavi di lettura. Sono sempre inafferrabili. Perché quando ti pare di aver capito un irregolare – semplice, basta che siano privi di regole… – allora accade che continuino a smarcarsi dalle nostre definizioni. Gli irregolari non si possono definire perché se potessimo farlo non sarebbero più tali. Provate a venire a Ravenna e ne troverete ben otto. Tanti, ma anche pochissimi, perché il mondo è popolato d’irregolari. Si nascondono sotto mentite spoglie. Ma noi abbiamo convinto otto di loro a venire nella città dei mosaici e dell’eresia per raccontarci la loro vita e il loro lavoro. Gli irregolari sono dei grandi lavoratori. Ma in segreto, in modo poco appariscente. In modo irregolare, appunto. Ci sarà da imparare. Ravenna, o cara!

Marco Belpoliti

 

Leggi l’intervista di Matteo Cavezzali a Marco Belpoliti L’intellettuale? Un mediatore culturale su Ravenna & Dintorni.